Sistemi gestione di qualità sicurezza e ambiente


Vai ai contenuti

Statistiche infortuni

Infortuni sul lavoro

 

Il contenuto e lo scopo delle statistiche

L'art. 35 c.2 lett. B) del D.Lgs 81/2008 stabilisce che, con cadenza almeno annuale, si tenga la riunione periodica del Servizio Prevenzione e Protezione nella quale si porti in discussione l' analisi dell'andamento del fenomeno infortunistico, malattie e sorveglianza sanitaria.



Tale analisi riguarda:

1) I dati aziendali: quindi il registro, il cui contenuto è stato dettagliato in altra sede, i casi di mancati incidenti o near miss, i rapporti di indagine, etc. con una analisi puntuale dei dati interni che ha lo scopo di individuare i pericoli ed una analisi storica dei dati interni volta a misurare efficacia e efficienza della gestione;

2) I dati esterni: quindi statistiche di settore, locali o nazionali, studi e ricerche, etc., allo scopo di valutare rischi presumibili in caso di assenza o di significatività nulla dei dati interni oppure per previsioni di rischio in caso di progettazione di nuove attività;

3) Una analisi comparativa di massima (con le cautele esposte in indici);

4) Lo studio degli indici strutturali di rischio.

Naturalmente l'intento primario del citato art.35 c.2 è quello di individuare i rischi e ridurre o eliminare al minimo gli infortuni.

Le statistiche - registrazione e analisi

Elaborare statistiche significative consente di tenere sotto controllo l'andamento degli eventi infortunio in azienda e quindi di intervenire nelle aree che evidenziano aspetti critici.



I dati in di output delle statistiche sono di solito gli indici o indicatori, cui rimandiamo per una trattazione più approfondita.

Ma non solo. Per tenere sotto controllo il fenomeno infortunistico della propria azienda, occorre disporre di tutta una serie di dati ulteriori (come il luogo dell'evento, che può indicare un rischio particolarmente elevato di area se il fenomeno si ripete, l'anzianità di servizio, che può evidenziare, in soggetti giovani, la necessaità di un addestramento o formazione maggiori, e così via) che è necessario raccogliere e studiare analiticamente.

Come elementi in ingresso, per l'elaborazione delle statistiche conformemente a quanto appena detto, si rinvia alla pagina " registrazione " il cui contenuto consigliato ha proprio lo scopo di raccogliere questi decisivi dati statistici.

Doveroso è anche ricordare come i dati statistici così individuati, se possono essere utili a tracciare il fenomeno infortunistico, dall'altra parte non sono in grado di "parlare" se non accompagnati da una accurata analisi del singolo evento che ne individui le cause. Vi consigliamo pertanto di prendere visione della parte che tratta proprio della
analisi.

Infine vi ricordiamo che è a disposizione il FORUM di sistemi gestione dove potrete approfondire l'argomento delle statistiche così come gli argomenti di vostro interesse, sciogliere i vostri dubbi o portare la vostra preziosa esperienza al servizio di tutti.

Sistemi gestione Sistema gestione qualità Sistema gestione ambientale Sistema gestione sicurezza Responsabiltà amministrativa Certificazione qualità
Certificazione ambientale Certificazione sicurezza ISO 9001 : 2008 ISO 14001 OHSAS 18001 Valutazione rischi Dispositivi protezione individuale Rumore
Registro infortuni Registro infortuni FAQ Registrazione infortuni Statistiche infortuni Indici infortuni Analisi infortuni Near miss D lgs 81 2008 L 123 2007
D lgs 231 2001 DM 388 2003 DM 12 09 1958 L'articolo del mese I vostri articoli Regolamento FORUM Mappa del sito Privacy e Note legali


Torna ai contenuti | Torna al menu